4 MINORENNI NEL GRUPPO DI PROSTITUZIONE MINORILE: “VOLEVAMO REALIZZARE SOLDI unitamente I GAY”

4 MINORENNI NEL GRUPPO DI PROSTITUZIONE MINORILE: “VOLEVAMO REALIZZARE SOLDI unitamente I GAY”

L’intenzione dei ragazzini evo quella di guadagnare soldi unitamente i invertito, chiedendo loro il versamento preavvisato della opera erotico per appresso fuoriuscire. Emergono dettagli raccapriccianti nell’inchiesta latitudine dal pm Ambrogio Cassiani affinché ha portato all’arresto di 11 persone entro Lombardia ed Emilia insieme l’accusa di sesso per pagamento per mezzo di minorenni. L’operazione è stata gestione dai carabinieri […]

L’intenzione dei ragazzini periodo quella di ottenere soldi per mezzo di i pederasta, chiedendo loro il rimessa avvertito della funzione del sesso durante successivamente fuggire. Emergono dettagli raccapriccianti nell’inchiesta altitudine dal pm Ambrogio Cassiani perché ha portato all’arresto di 11 persone frammezzo a Lombardia ed Emilia per mezzo di l’accusa di genitali per versamento con minorenni.

L’operazione è stata direzione dai carabinieri di Brescia ed ha allettato, di là alla cittadina di Brescia, quelle di Bergamo, Milano, Pavia, Monza e Brianza, Parma.

Nell’ordinanza si legislazione l’intenzione dei giovanissimi in quanto si erano iscritti ad un posto di incontri attraverso “guadagnare soldi insieme i gay”. “La loro piano originaria – si diritto nell’ordinanza di vigilanza difendere – età quella di incontrare i soggetti, di chiedere il corrispettivo fatto prima della funzione del sesso in successivamente fuggire. Dato che il cliente non accettava la circostanza del rimessa avvertito l’incontro saltava. Ai propri interlocutori non mentivano giammai sulla loro concreto periodo, del avanzo di fronte percepibile al periodo degli incontri”, srive il gip.

L’inchiesta r iguarda quattro ragazzini, tre italiani e un ucraino, di vita compresa in mezzo a i 16 e i 17 anni, disposti verso degradarsi. Le prestazioni sessuali erano pagate mediante contante oppure mediante regali (orologi, cellulari e vestiti) e i rapporti per Bergamo venivano consumati nel piazzale del cimitero, nel area di sosta sotterraneo dell’Iper de inicio de sesión de citas religiosa verso Seriate ovvero nelle abitazioni di alcuni degli indagati.

Le indagini sono partite dalla accusa di una genitrice bresciana, in quanto ha trovato sul cellulare del ragazzo 16enne alcuni sms sui rapporti sessuali affinché il fanciullo consumava insieme persone maggiorenni. Lo stesso 16enne ha poi ammesso, e prodotto il nome di alcuni amici cosicché come lui avevano intrapreso relazioni mediante adulti conosciuti sopra chat. Il pm aveva comandato il casa di pena, però il gip Alessandra Sabatucci in quanto ha piuttosto disposto i domiciliari spiegando affinché “sebbene alcune abitazioni degli indagati siano servite da città di incontri, non vi sono ragioni a causa di ipotizzare perché gli stessi non rispettino le prescrizioni della misura”.

Ai domiciliari poi da mercoledì, com’è pubblico, sono finiti, fra gli altri, ed diversi bergamaschi: un trabiccolo, don Diego Rota di 45 anni, un istruttore di squadre di pedata giovanili Cristian Zilli di 42 anni, un sbirro di polizia ambiente, Eugenio Bosio di 53 anni e Pierluigi Rossi, 50enne di Bergamo.

Per tutti l’accusa è vergogna infantile continuata. Il religioso e gli ultimi paio sono residenti nella Bergamasca e non si conoscevano frammezzo a loro, però frequentavano gli stessi ragazzini conosciuti con organizzazione. Adesso all’estero una delle dodici persone raggiunte da ingiunzione di custodia garantire, una ventina in insieme gli indagati.

Verso don Diego Rota, curato, agganciato, della chiesa di Solza nel Bergamasco sono contestati 3 episodi. Il ecclesiastico, perchГ© si muoveva per orlo di un Suv serio, avrebbe intrattenuto rapporti sessuali a rimessa mediante paio minori e allettato di raggiungere prestazioni sessuali da un aggiunto giovane perchГ© non sarebbero avvenute verso del affiliato del ragazzo. Don Diego Rota si presentava ai giovani proprio maniera “Marco”. Il cappellano, lo trascorso 10 settembre, verso due giovani aveva regalato un telefonino ogni, telefoni del importanza totale di 399 euro. Nel corso di uno avvicendamento di sms intercettato un minore chiede al missionario: “Ma quante volte lo dobbiamo attualmente eleggere a sbafo?”. Don Diego Rota risponde: “Abbiamo non di piГ№ iniziato, ce ne hai in 15 volte circa 20 pattuite. Dato che fai meglio e nell’eventualitГ  che non mi bidoni costantemente potrei scontarne qualcuna”.

Sulla avvenimento ГЁ intervenuta la corte di Bergamo. “Le gravi accuse di cui ГЁ attribuito suscitano nel vicario e nella nostra organizzazione diocesana meraviglia, spaventato e intimo dolore”, si diritto durante una richiamo. “Desideriamo comunicare la nostra contiguitГ  a coloro cosicchГ© stanno soffrendo attraverso questa caso privo di lasciare nessuno verso accompagnamento dei provvedimenti restrittivi messi per idoneo, riteniamo di dover incaricare un direttore parrocchiale per sostenere il incarico alla unione parrocchiale di Solza. Siamo consapevoli giacchГ© situazioni di attuale modo creano preoccupazione con molti e vogliamo mediante complesso il centro affinchГ© la veridicitГ  e la ragione si affermino, confidando nell’opera di coloro perchГ© sono chiamati verso garantirle. Sono molti i motivi giacchГ© inducono la associazione religioso ad una richiesta con l’aggiunta di intensa, alla che tipo di ci disponiamo durante questo momento”.